Quali sono le differenze tra codice sconto, coupon, deal, voucher ed altri termini

Spesso leggiamo o usiamo termini senza davvero conoscerne il significato. Qual'è la differenza tra coupon, codici sconto, voucher, deals e gli altri termini inerenti agli sconti? Questa guida ve lo spiegherà!

In genere tendiamo ad utilizzare uno o più termini prendendo spunto dall'esperienza e dal "sentito dire". Se leggiamo un articolo, un post di un blog o ascoltiamo qualcuno parlare usando un termine del quale non conosciamo l'esatto significato, presupponiamo che i contenuti siano attendibili e inconsciamente memorizziamo il significato che ci viene proposto nel contesto. Non significa però che sia quello corretto.

Così è avvenuto per i termini che noi di Codicesconto.com trattiamo ogni giorno: codice sconto, coupon, voucher, deals e tutti gli altri. Alcuni sono sinonimi, altri invece indicano un ben preciso concetto relativo a sconti, acquisti di gruppo o offerte, che non va confuso con altri. Visto che molti dei siti che imitano Codicesconto.com stanno creano confusione nell'utente, mettendo nell'unico calderone dei sinonimi tutti questi termini, abbiamo deciso di fare un po' di chiarezza, dandovi la nostra interpretazione di ciascun termine:

Cos'è un codice sconto
Il codice sconto è il termine che conosciamo meglio, poiché Codicesconto.com pubblica quotidianamente decine di nuovi codici sconto per voi utenti. In breve, un codice sconto è una stringa di caratteri, una password digitale che se inserita nel carrello di un negozio (nell'apposito campo testuale fornito dal negozio) applica un benefit alla vostra spesa, che può essere uno sconto in percentuale sul totale, uno sconto a cifra fissa, un omaggio nel pacco o le spese di spedizione gratis (maggiori dettagli sui codici sconto).

Esistono sinonimi del termine codice sconto: codice promozionale, codice promo, codice vantaggio, promo code, ecc...
Oltre ai sinonimi, alcuni termini vengono utilizzati (in alcuni casi impropriamente) per indicare un codice sconto: coupon, voucher, buono sconto. Vedremo che questi termini hanno un più corretto significato.
Infine, alcuni negozi, danno un personale nome al codice sconto, come Bottega Verde che lo chiama Codice Green Box, Yoox che lo chiama Yooxcode o DMail che lo chiama Assegno digitale, Alitalia che lo chiama e-coupon e così via.

Cos'è un Deal
I Deal (plurale: Deals, letteralmente: accordi, contratti ma anche occasioni, offerte) sono nell'ordine di tempo gli ultimi nati e portati alla ribalta anche in Italia da siti come Groupon e Poinx. Si rifanno al concetto di acquisto di gruppo permettendo un risparmio sull'acquisto di un prodotto o servizio giocando sulla quantità di persone interessate allo stesso. I siti di deals propongono giornalmente offerte (viaggi, prodotti, cene al ristorante, massaggi, ecc...) sempre raggruppati per città di residenza, a cui l'utente può partecipare, incrementando così il numero di potenziali clienti. Se si raggiunge un minimo numero utile deciso dal negozio, l'offerta diventa effettiva e coloro che hanno partecipato, acquistano concretamente. Potete trovare tutti i deal raggruppati su Codicesconto.com Deals, il motore di ricerca di tutti i deals del web.

I deals sono molto di moda poiché il risparmio può essere notavole, anche fino al 70% del prezzo che si pagherebbe acquistando il prodotto da singolo cliente. Va però detto che c'è anche il rovescio della medaglia. Nei deals l'acquisto è sempre anticipato (si forniscono i dati della carta di credito da cui viene scalato il prezzo del prodotto una volta attivata l'offerta), l'acquisto non avviene subito ma occorre attendere anche alcuni giorni affinché l'offerta si attivi, e non c'è garanzia che l'acquisto effettivamente avvenga, ovvero che si raggiunga il numero minimo di acquirenti per attivare l'offerta. Da tenere a mente quindi che si potrebbe restare a bocca asciutta dopo aver puntato su un'offerta molto vantaggiosa che però non si attiverà mai.

Cos'è un coupon
Coupon è un termine che viene comunemente utilizzato sul web come sinonimo di codice sconto, tanto che lo si può ormai considerare tale. In realtà il concetto che si avvicina di più a coupon è il buono sconto di una volta, quello stampato sui giornali che le brave massaie ritagliavano e presentavano alla cassa del negozio per avere lo sconto. Coupon signfica infatti letteralmente cedola, talloncino, tagliando, indicando quindi un benefit ottenuto tramite supporto cartaceo. Detto in altri termini, un codice sconto è la trasposizione in digitale di un coupon tradizionale cartaceo, un coupon digitale.

E infatti, esistono siti (spesso di influenza locale o relativi ad una zona geografica limitata) che consentono di stampare coupon/buoni sconto cartacei da presentare a negozi fisici tradizionali. Proprio come facevano le sopra citate massaie. Il grande vantaggio dei coupon è che nella stragrande maggioranza dei casi, non costano nulla. Niente carte di credito, niente pagamenti anticipati. Basta selezionare il coupon di interesse, stamparlo con la stampante e mostrarlo alla cassa del rispettivo esercizio commerciale.

Va però sottolineato che nell'uso comune il termine coupon indica ormai sia i codici sconto, sia i deals (da evidenziare che il principale sito di deals Groupon prende il nome fondendo i due termini Group e Coupon ad indicare offerte ottenute grazie alla forza di un gruppo di acquirenti).

Cos'è un voucher
Come il coupon, anche il voucher ha sfumature di significato differenti rispetto all'uso comune che se ne fa. Se infatti anche il termine voucher viene usato sul web come sinonimo di codice sconto, in realtà il significato letterale di voucher è biglietto di garanzia, scontrino, cedola avvicinandosi, come il coupon, ad una forma più cartacea. Notori sono i voucher (o traveller cheque) che si utilizzano durante i viaggi, in sostituizione del denaro contante, assumendo quindi un ruolo vicino all'assegno bancario. E Infatti, è nel settore travel (hotel, voli e vacanze) che il termine voucher è più utilizzato. Un voucher può rappresentare la prenotazione di un hotel, il biglietto sostitutivo di un volo aereo (magari acquistato online e stampato con la stampante di casa) oppure il sostitutivo di un biglietto d'ingresso ad un concerto, ad un parco divertimento a tema o di un evento.

Anche se come visto non si tratta di un vero sinonimo di codice sconto, il termine voucher viene usato anche da alcuni negozi online proprio per indicare lo stesso concetto. Pertanto non sarà difficile trovare carrelli di negozi che prevedono il campo voucher, codice voucher o voucher sconto da compilare con una stringa di caratteri.

Questa guida non è certo esaustiva, ma riteniamo possa aiutarvi a fare chiarezza sui termini che ruotano attorno al fantastico mondo dei codici sconto. E come sempre vi auguriamo:


Buon risparmio!