La Befana vien di notte

La storia della simpatica vecchietta che porta dolci ai bambini

Quante volte ti è capitato di sentire o recitare la famosa filastrocca la Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte? Probabilmente molto spesso, perché è una delle più comuni filastrocche che parla della vecchietta che il 6 gennaio porta i dolcetti ai bambini. Ma ti sei mai chiesto come è nata la tradizione della Befana e come viene festeggiata in tutta Italia? Infatti, sono molte le varianti per chiudere i primi due versi della filastrocca, così come sono molte le tradizioni locali legate al festeggiamento della Befana. Allora, per conoscere la storia della Befana e saperne di più su come viene festeggiata in Italia, noi di CodiceSconto abbiamo raccolto qualche aneddoto che ti possa far fare bella figura con gli amici il prossimo 6 gennaio 2020.

L’Epifania tutte le Feste si porta via

La Befana che conosciamo oggi è una vecchia signora che vola a cavallo di una scopa e nella notte tra il 5 e il 6 gennaio porta doni ai bambini, ma l'immagine giunta fino a noi è la sovrapposizione di molti miti, leggende e credenze provenienti da tempi e luoghi diversi che da molti secoli ruotano attorno a questa misteriosa figura. Infatti, una prima somiglianza con la Befana dei nostri tempi la troviamo al tempo dei Romani, quando a fine anno, dopo il solstizio d’inverno, delle figure femminili volavano di notte sopra i campi coltivati per propiziare il raccolto per l’anno nuovo. È presente qualcosa di simile anche nei miti celtici, particolarmente famosi nel Nord Europa e nel Nord Italia, nei quali una vecchia, brutta, vestita di stracci, personificava la natura invernale e volava sopra i campi per dodici giorni dopo il Natale, anche qui come rito propiziatorio di fertilità e prosperità per l’anno nuovo. Ecco allora come si sono formate le principiali caratteristiche della Befana: vecchia come l’anno che sta finendo e portatrice di doni come le figure che propiziavano un buon raccolto futuro. Poi, andando avanti nella storia, si sono aggiunti altri vari simboli, come la scopa che spesso la fa scambiare per strega, anche se in realtà simboleggia la purificazione della casa per una nuova stagione oppure il sacco di iuta, vecchio e trasandato come lei, che carico di doni sembra essere una grossa calza. Infine, secondo una tradizione cristiana, i Re Magi chiesero a una vecchia di accompagnarli da Gesù Bambino per portargli i loro doni. Lei inizialmente rifiutò, ma poi se ne pentì e si mise alla loro ricerca con un sacco pieno di regali. Non riuscendo più a trovarli, per farsi perdonare si fermò di casa in casa lasciando ai bambini i doni che aveva con sé.

La Befana nelle tradizioni italiane

Proprio per il fatto che la Befana è una vecchia, simbolo dell’anno che se ne va, in molte zone d’Italia, soprattutto in quelle settentrionali, è nata e si è diffusa l’usanza di dar fuoco a un fantoccio e bruciare le cose vecchie che non servono più. Infatti, in Piemonte e Lombardia la Befana prende il nome dialettale di Giubiana o simili, in base alla zona, e l’ultimo giovedì di gennaio è tradizione accendere un grande falò e bruciare un fantoccio in legno, vestito di stracci. Anche in Veneto, Friuli ed Emilia esistono tradizioni simili che consistono nel dar fuoco a delle cataste di legno, come a Padova dove il 6 gennaio si brusa a vecia, si brucia la vecchia. Inoltre, a Venezia il 6 gennaio si svolge la tipica regata delle Befane, durante la quale cinquanta uomini vestiti con gli abiti tipici della Befana si sfidano in gondola lungo i canali. Un’altra sfida tra Befane prende vita a Urbania, nelle Marche, considerata la casa della Befana, dove dal 2 al 6 gennaio viene celebrata la Festa Nazionale della Befana che culmina con il Palio delle Befane. Piazza Duomo a Firenze invece viene popolata dal corteo storico nel quale sfilano i Re Magi, mentre a Messina viene allestito u pagghiaru, una pertica alta nove metri che i quattordici sfidanti devono scalare per raggiungere e vincere la croce alta due metri che si trova in cima.

La storia della Befana è ricca di miti e leggende, così come ricche e variegate sono le usanze italiane per festeggiarla, anche se la cosa certa è che la vecchietta vestita di stracci e con le scarpe rotte non è una strega, ma una figura positiva, che porta dolcetti ai bambini per farli felici. Allora, se il 6 gennaio 2020 vuoi far felici anche tu i tuoi bambini o vuoi comunque sentirti un po' Befana, approfitta dei codici sconto su chicchi e dolcetti per rendere più dolce la giornata delle persone che ami. Se invece vuoi approfittare delle Feste per fare una bella vacanza, allora scopri i codici sconto dedicati a viaggi voli e hotel.

Codici Sconto consigliati
Expedia
Codice extra
Expedia
Codice extra
Hotels.com
Codice extra

Codice sconto 8% su Hotels.com

Senza spesa minima

Vinatis
Codice extra

Codice sconto 15€ su Vinatis

primo acquisto · Spesa minima 100€

My M&M's
Codice

Codice sconto 5€ su My M&M's

Senza spesa minima

Vinatis
Codice extra

Codice sconto 5€ su Vinatis

Senza spesa minima

FlixBus
Offerta + 3% Cashback
FlixBus
Sconto + 3% Cashback
FlixBus
Offerta + 3% Cashback
My American Market
Sconto + 4,50% Cashback
Hotels.com
Sconto + 4% Cashback
FlixBus
Offerta + 3% Cashback
Expedia
Offerta + 7% Cashback
Hotels.com
Sconto + 4% Cashback
FlixBus
Offerta + 3% Cashback
FlixBus
Offerta + 3% Cashback
FlixBus
Offerta + 3% Cashback
Hotels.com
Omaggio + 4% Cashback
My M&M's
Omaggio + 15€ Cashback
Venchi
Spedizione + 5% Cashback

Spedizione GRATIS su Venchi

Spesa minima 49€

Vinatis
Spedizione

Spedizione GRATIS su Vinatis

Spesa minima 150€

Chocolate Shop
Spedizione + 7,50% Cashback
Expedia
Offerta + 7% Cashback
Expedia
Offerta + 7% Cashback